SHARE

Sarà uno staff di tutti rispetto quello con cui avrà la possibilità di lavorare il tecnico della Res Women Stefano Fiorucci nella stagione 2018/19: tra i vari professionisti che si dedicheranno al neonato team giallorosso ci saranno Marco Tondi, vice allenatore del club, e l’esperta preparatrice atletica Cristina Migone, entrambi con un passato alla Res Roma.

Per entrambi una nuova sfida ed un grande motivo d’orgoglio.
Le parole del vice allenatore Marco Tondi: “Dopo questa estate di rivoluzione per la Res Roma, non ho esitato un momento ad accettare la proposta di mister Fiorucci. Il più l’ha fatto l’Amore per questi colori e per questa maglia, qualcosa che non si può spiegare a parole. Orgoglioso di essere stato scelto per continuare a mantener vivo un ideale e un modo di vivere e di fare calcio Unico nel panorama mondiale.
Le aspettative per la stagione che sta per iniziare sono sicuramente alte, sia per il nome e il simbolo prestigioso che porteremo in giro, sia per il gruppo di ragazze che è stato formato. È sicuramente un gruppo di qualità, un mix tra giocatrici giovani e più esperte, che per la maggior parte conosce già la mentalità, la cultura del lavoro e la cura del particolare, che ha contraddistinto la Res nel corso della sua storia. Non ci poniamo limiti. Personalmente spero di continuare a crescere mettendo a frutto il mio percorso universitario e i diversi anni di studio al seguito di due Maestri come Claudia Ceccarelli e Mister Melillo, per essere a disposizione delle ragazze e della Res Women.”

Le parole della preparatrice atletica Cristina Migone: “Ho accettato di proseguire una collaborazione che esiste da anni con la Res a vari livelli, e in questi ultimi anni con le più giovani, prima di tutto per proseguire il lavoro svolto in precedenza con le più piccole, cercando sempre di instillare in loro la filosofia Res, cioè la cultura del lavoro serio, dell’attenzione al particolare, dell’appartenenza. Questi sono i punti che hanno fatto la differenza nell’evoluzione delle ragazze che si sono rivelate più capaci. Da questa stagione mi aspetto personalmente di dare quel consiglio in più che si riveli utile, e poi auspico che da questo gruppo maturi qualche nuovo talento, e che la squadra sia considerata dalle avversarie, la più ostica da affrontare.”

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here