SHARE

È arrivata alla Res che era una bambina, ha fatto tutta la trafila dal team Esordienti alla squadra Primavera, passando per l’under 15, ed è stata tra le protagoniste dell’epopea tricolore che ha visto le giallorosse conquistare 3 scudetti di fila Primavera; parliamo di Giulia Liberati, difensore classe ‘2000, che torna nel mondo Res dopo un anno nella A.S. Roma.

Nell’ultima stagione hai vestito la maglia della A.S. Roma: cosa hai imparato militando in un club professionistico?
È stata una bella esperienza giocare per un club professionistico, un’aggiunta alla mia carriera che mi ha fatto crescere.
 
Dalla Res Roma alla Res Women: come mai hai scelto di “tornare” nel team dove sei cresciuta ?
Ho pensato alla scelta migliore per me, la Res è una grande squadra con ottimi progetti e con una grande storia alle spalle che ho potuto vivere sia personalmente che da fuori.
 
Cosa ti aspetti da questa stagione e quali obiettivi ti poni?
Mi aspetto di disputare una grande stagione sia a livello personale che di squadra, l’obiettivo principale è quello di vincere il campionato.
Uno sguardo al mondiale: cosa pensi del cammino delle azzurre e del successo mediatico che hanno ottenuto?
Penso che sia stata una grande prima svolta per lo sviluppo del calcio femminile. Ha avuto tante visualizzazioni ed è stato molto seguito. Hanno fatto molto bene ottenendo bei risultati.
Chi sono le tue calciatrici preferite ?
La mia calciatrice preferita è l’olandese Lieke Martens
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here