SHARE

Il Consiglio Federale riunitosi nella giornata del 20/5 ha decretato lo stop definitivo del calcio femminile per tutte le categorie fino alla Serie B, sancendo pertanto, la chiusura anticipata del campionato di serie C della Res Women.

Inoltre, sarà sempre lo stesso organismo, chiamato a riunirsi nelle prossime settimane, a stabilire i criteri relativi agli esiti delle competizioni su indicazione della Lega Nazionale Dilettanti.

“È una decisione adottata nel rispetto del superiore interesse della tutela della salute di tutti i soggetti che a vario titolo prendono parte alle nostre competizioni – ha dichiarato il Presidente della LND Cosimo Sibilia – la peculiarità del mondo dilettantistico rende estremamente complicato ipotizzare, pur volendolo immaginare, uno slittamento del termine della stagione oltre il 30 giugno, come stabilito invece per i professionisti la cui scadenza è stata prorogata al 31 agosto, per concludere le rispettive attività entro il 20 dello stesso mese”.

Di seguito le dichiarazioni del direttore generale giallorosso Roberto Cunsolo:

“Abbiamo preso a malincuore la notizia della sospensione definitiva della stagione in corso, rammaricati dalla circostanza che nell’ultima fase della stagione stavamo facendo bene, riuscendo a recuperare in campionato oltre a raggiungere la semifinale di Coppa Italia, vincendo la gara di andata con il Pontedera; prendiamo atto della decisione presa, consapevoli che nella nostra categoria non ci sarebbero state le condizioni per poter rispettare i protocolli di sicurezza e di sanificazione imposti dalla Lega; ora non ci resta che iniziare a programmare la prossima annata, determinati ed ambiziosi a ripotare la società della Res ai livelli e alle categorie che le competono, in considerazione della tradizione e della storia che l’hanno contraddistinta negli scorsi anni”.  

Res Women, ufficio stampa