SHARE

Fermo il campionato di serie C per le festività pasquali, in casa Res Women tocca a capitan Vanessa Nagni fare il punto sull’attuale momento delle giallorosse.
Ferma ai box per un infortunio subito durante il big match contro il Chieti, Nagni attende con ansia di poter rimuovere il gesso e di tornare in campo quanto prima, in vista del rush finale del campionato di serie C.

Come giudichi il cammino della Res fino a questo momento?
Abbiamo iniziato male il campionato perdendo a Chieti ma subito ci siamo riprese dando il massimo ad ogni partita; è un campionato tutto sommato di livello superiore rispetto ai campionati di serie C a cui eravamo tutti abituati negli anni passati. Credo che sotto tanti punti di vista meritiamo una categoria superiore, quindi spero di poter vedere la Res in serie B già dal prossimo anno.

E come giudichi la tua stagione?
In generale dico che nn bisogna mai accontentarsi e fare sempre di più , perché come dice il grande Maestro Fabio Melillo “giochi come ti alleni”, e quindi se rendi poco in allenamento farai lo stesso in partita. Personalmente mi ritengo soddisfatta per come mi stavo esprimendo in campo, però il calcio è un gioco di squadra e i meriti non sono mai del singolo, anche perché i miei gol, come quelli delle compagne, sono sempre dovuti a un movimento di una compagna per liberare uno spazio, oppure ad un assist perfetto, o al gioco corale; la cosa che mi rende ancora più orgogliosa e che siamo un gruppo unito, tutte per un unico obiettivo, non importa chi segna, conta VINCERE!
Ora purtroppo mi sono infortunata e dovrò rimanere per un po’ ferma… ma tornerò… Non mi ha fermato una gravidanza… Non lo farà un gesso!

Pregi e difetti della tua squadra…
Sembrerà strano ma non vedo difetti in questa squadra: è un gruppo unito, umile, ragazze disposte a sacrificarsi l’una per l’altra… e sopratutto c’è FIDUCIA..c’è  COMPLICITA, e questo significa che  durante una partita non c’è bisogno neanche di parlare, basta un movimento o una posizione del corpo per far capire alla mia compagna dove voglio il pallone. Se continuiamo così possiamo arrivare in alto

Nonostante l’età giochi e corri come una ragazzina. Qual è il tuo segreto ?
Quando c’è passione senso di appartenenza non c’è niente che possa fermarti..Il segreto? È il DIVERTIMENTO, c è una frase che mi ha particolarmente colpita e che ritengo molto veritiera che dice:
“C’è un circolo virtuoso nello sport: più ti diverti più ti alleni; più ti alleni più migliori; più migliori più ti diverti.“ —  Pancho Gonzales
Non c’è età per divertirsi e migliorare.

Che consigli dai solitamente alle più giovani?
Tutte cerchiamo sempre di incoraggiarci e di aiutarci in campo, siamo unite anche in questo, io accetto consigli dalle più giovani e mi fido e loro fanno lo stesso con me… ecco il discorso di fiducia di cui parlavo prima.

Quali sono i punti di forza del Chieti e del Palermo?
Sono entrambe ben messe in campo e hanno grandi individualità. Sono ottime squadre contro le quali dovremo lottare fino all’ultima giornata.

Quando ti rivedremo in campo ?
Presto, ho una voglia matta di tornare. Ma so che le mie compagne faranno bene così come hanno fatto domenica scorsa a Trani.

Foto by FABIO CITTADINI